Thursday, 29 November 2007

MINCEPIES (TORTINE NATALIZIE ALLA FRUTTA SPEZIATA)


Waiting for Christmas 2007


Partecipo volentieri all’iniziativa di FrancescaV “Aspettando Natale” con un dolcetto classicissimo inglese (questi Brits ogni tanto sfornano qualcosa di buono ;-)).

Così come per noi Italiani panettone e pandoro sono un cardine della tradizione natalizia, sulle tavole degli Inglesi non mancano mai le Mincepies (o Christmas Pies), delle deliziose tortine di pasta frolla ripiena di frutta speziata intrisa di brandy.
La tradizione risale al sedicesimo secolo, l’ingrediente fondamentale per le Mincepies è la cosiddetta Mincemeat una conserva di frutta fresca e secca (mele, uvetta, ciliegie, scorza di arancia, limone e ribes), con cannella e chiodi di garofano, macerata nel rum o brandy.
Mincemeat, come gli anglofoni fra voi sapranno, letteralmente significa “carne macinata” e questo perchè in passato si univano al composto di frutta anche sugna e carne di manzo tritata (era un altro modo di conservare la carne in assenza di frigoriferi – date un’occhiata al bel sito di Ivan Day per qualche curiosità storica). Oggi quella in commercio contiene solo frutta e grassi vegetali.

Per i passaggi fotografati andate qui


** Aggiungo un po’ di folklore wikipedia-style:

  • Le mincepies sarebbero il piatto preferito di Babbo Natale e la notte della vigilia si dovrebbe lasciarne una o due su un piattino, insieme ad un bicchiere di sherry e ad una carota per Rudy la Renna.
  • Secondo la tradizione inglese la mincemeat va rimestata sempre in senso orario o porta sfortuna per il nuovo anno.
  • Si pensa che mangiare almeno una mincepie durante ognuno dei 12 giorni del Natale porti fortuna.
  • La stella che tradizionalmente viene messa sopra la mincepie altro non è se non la stella cometa che annuncia la nascita di Gesù Bambino.
  • Sempre secondo la tradizione quando si assaggia la prima mincepie della stagione bisogna esprimere un desiderio, inoltre le mincepies vanno sempre mangiate in silenzio.



Ingredienti (per circa una dozzina di mincepies):

  • 400 g circa di Mincemeat
  • Zucchero semolato e a velo per decorare


Pasta Frolla alle Mandorle

  • 300 g di farina
  • 30 g di mandorle macinate
  • 180g di burro
  • 85 g di zucchero a velo
  • 1 presa di sale
  • Un cucchiaio scarso di estratto di vaniglia
  • Scorza grattugiata di un limone non trattato
  • 1 tuorlo
  • 2 o 3 cucchiai di latte

***

Preparare la pasta frolla alle mandorle.
In una ciotola grande setacciare la farina, il sale e lo zucchero a velo e mescolare alla farina di mandorle. Aggiungere il burro freddo a tocchetti e con la punta delle dita incorporarlo alla farina. Quando l’impasto ha più o meno l’aspetto di una crumble sbattere in una ciotolina il tuorlo con un paio di cucchiai di latte ed aggiungerlo all’impasto (per la quantità di latte regolarsi in base alla durezza dell’impasto e alla grandezza del tuorlo).
Unire l’estratto di vaniglia e la scorza grattugiata del limone ed impastare bene il tutto.
Fare una palla, avvolgerla con della pellicola e lasciarla riposare in frigorifero per una mezz’ora.
Passato questo tempo, pre-riscaldare il forno a 180° C ed imburrare degli stampini da muffin.
Infarinare il piano di lavoro e con due terzi della pasta stendere una sfoglia di 3 millimetri circa. Ritagliare dei cerchi sufficientemente grandi per rivestire gli stampini da muffin.
Bucherellare il fondo delle tartellette e riempirle quasi sin all’orlo con una cucchiaiata generosa di mincemeat.
Stendere la rimanente pasta frolla e ritagliare i coperchi per le tartellette che andranno incisi al centro per permettere al vapore di uscire. In alternativa, con degli stampini appositi ricavare una stella di pasta e metterla sopra la frutta.
Infornare le mincepies a 180° C per 15-20 minuti circa. Servirle calde o fredde, spolverate con dello zucchero a velo.

29 comments:

Francesca said...

very british recipe: I like it! E molto belle le sequenze della preparazione della ricetta. Quando ci sara' il raound up scoprirari un'altra ricetta english style con il mincemeat ;-) Grazie di aver partecipato! Ma a Natale tornerai in Italia o starai lì? Baci.

lally said...

Ho mangiato questa delizia tanti anni fa a Cambridge quando studiavo, poi non ho avuto più occasione di assaggairla. E' bello avere la ricetta, anche se ammetto che dover preparare anche il mincemeat...mi fa passare un po' la voglia di provare :-))). Comunque grazie davvero

Tuki said...

Stupendi questi dolcetti :)

Jelly said...

Belli!!!!
Ho conosciuto questi dolcetti qualche anno fa, a Londra, nel periodo natalizio.
Purtoppo, essendo celiaca, ho potuto sentirne solo il profumo...e mio marito se n'è mangiati un'infinità!!!

Danda said...

@ Francesca: Grazie a te per aver lanciato l'iniziativa. Le mincepies avevo provato a farle per la prima volta l'anno scorso, sperimentando questa pasta frolla alle mandorle davvero speciale (ormai l'ho adottata per tutte le mie crostate).
Stamattina le ho rifatte (le vecchie foto erano improponibili) e ora me ne sto pappando una davanti al PC :-P
Farle in casa (anche con la mincemeat comprata al supermercato)è tutta un'altra cosa.

Non vedo l'ora di leggere le altre ricette :-)

P.S. Si si, torno per qualche giorno. Non mi perderei i pranzoni luculliani di mia madre e delle mie zie per nulla al mondo ;-)

@ Lally: Confesso di non aver mai avuto il coraggio di provarci ma la ricetta di mincemeat di Delia Smith è relativamente veloce (almeno rispetto a quella originale che prevede mesi di maturazione). Bisognerebbe fare un tentativo ;-)

@ Tuki: Grazie :-)

@ Jelly: quella della frolla alle mandorle è solo una scelta personale, puoi anche farli con una frolla senza glutine :-)

elisabetta said...

Ma il dolce natalizio inglese non è il Christmas pudding? Conosco questi dolcetti ma non avevo capito che erano natalizi pure questi.

Danda said...

@ Elisabetta: sono tradizionalissimi entrambi :-)
Il Christmas Pudding forse è più conosciuto all'estero.
Le mincepies, così come la mincemeat compaiono solo in questo periodo [alcune catene di caffetterie tipo la famigerata Starbucks per tutto dicembre ti presentano la mincepie in alternativa al muffin ;-)] e non c'è festa di Natale in cui non vengano servite.
Personalmente le preferisco al Christmas Pudding che per i miei gusti è un po' troppo mappazza ;-)

Tatiana said...

Danda che belle tortine profumate:P

Danda said...

grazie Tati :-)

comidademama said...

Super, mi piace e mi piacciono le note che hai messo sull'origine del mincemeat e di Santa.
Ma perchè si parla di 12 giorni di Natale? C'è anche quella canzone "On the first day of Christmas my true love give to me...." Hai presente la parodia indiana in cartone animato su you tube?
http://www.youtube.com/watch?v=owK5tHjL0aE

scusa la digressione, e ne aggiungo ancora una.
Quando vivevo in Olanda vedevo la BBC e tra i programmi che ogni tanto vedevo c'era Posh Nosh, l'hai mai visto? E' un po' greve a volte ma mi faceva ridere.

Danda said...

Ciao Elena, sono i 12 giorni da Natale alla Befana :-)
Ho trovato questo su wiki:
http://en.wikipedia.org/wiki/12_Days_Of_Christmas

Purtroppo non ricordo Posh Nosh, ho ereditato la mia micro-tv inglese (fra un po' è in bianco e nero) solo nel 2004 dall'amica argentina gaudente del dulce de leche (che fra l'altro fa la giornalista proprio per la BBC). Se fanno una replica me la vado a guardare ;-)

comidademama said...

Su you tube trovi qualche puntata
http://www.youtube.com/watch?v=4yndReNRrRY&feature=related
una a caso, sulle salse

lenny said...

Bello scoprire i dolci natalizi della tradizione inglese.
Interessanti le foto del procedimento e le note informative.
Ciao

Danda said...

@ Elena: grazie, (che tonta, non avevo pensato a cercare su YouTube!) ora ci do un'occhiata ;-)

@ Lenny: grazie :-)

Mirtilla said...

questi dolcetti sono delle bomboniere..complimenti
mirtill@
http:/angolocottura.blogspot.com

elisa said...

Sarò a Londra per Natale..dove mi consigli di andare per mangiarle??O vengo da te?
:))))

Anonymous said...

brava brava brava
ti hio scoperta solo oggi
sei già tra i miei segnalibri


chissà poi perchè parlano tutti solo di cavoletto

comidademama said...

OT dato che hai scatenato una vera e propria epidemia con il no knead bread mi sa che bisognerebbe fare un post con tutte le foto!

Danda said...

Grazie a tutti :-)

@ Elisa: io ti inviterei pure ma proprio a Natale non ci sono;-)
Di posti dove si mangia bene ce ne sono un'infinità. Se mi dici che cucina ti piace posso essere più precisa. Nel frattempo dai un'occhiata a questo sito:http://www.london-eating.co.uk/

@ Comida: Si, sarebbe un'idea carina. Te ne vuoi occupare tu? :-)

comidademama said...

se vuoi lo faccio,
anzi lo faccio e basta

Danda said...

E Brava Elena :-)

Alex e Mari said...

Grazie Danda per il messaggio che mi hai lasciato sul blog. Ora è tutto ok :-) Queste mincepies sono deliziose. Bello scoprire queste ricette internazionali. Molto delicato il tuo blog, mi trasmette molta tranquillità. Grazie per questo. Un abbraccio, Alex

cuoca compulsiva said...

Che meraviglia, e che invidia (positiva, sempre!).

Danda said...

@ Alex: ciao, sono contenta di sapere che ti senti meglio. Lo stress è una brutta bestia :-/ Riposati e goditi qualche giorno di pace e tranquillità.

Grazie per questo tuo commento molto dolce sul mio blog, lo apprezzo molto :-)

@ Cuoca compulsiva: Grazie anche a te :-)

Anonymous said...

Ciao!!!
Adoro le spezie (ma vaaaa)!!! :-)))
E questa ricettina come dice la francesca, è very british!
Brava
sandra

Danda said...

grazie Sandra :-)

Anonymous said...

Decisamente deliziose ;-)
...e per la faccenda dei 12 giorni del periodo natalizio, be', basta pensare alla shakespeariana Twelfth Night, la notte dell'Epifania. Si conta a ritroso fino a zero e si arriva a Natale! ;-)
Besos,
p.

Danda said...

Grazie p. :-)

caravaggio said...

debbono essere deliziosi buone festività