Wednesday, 20 February 2008

RAVIOLI DI PESCE AL DRAGONCELLO MARMORIZZATI AL NERO DI SEPPIA

Ehhh esagerata…che titolone mi è venuto ;-)

Non sto inventando niente qui, la pasta colorata ormai si vede dappertutto ma volevo comunque pasticciare un po’ ed il nero nei piatti è sempre interessante.

Sono venuti un po’ grossetti perché non avevo voglia di tirar fuori la nonna papera per due ravioli (ne ho fatto 2/5 della dose riportata) e purtroppo la sfoglia super-duper a mano - sottilissima e uniforme - io non la so tirare. Accontentatevi. Comunque, voi dalle manine d’oro e dai palmi di acciaio, sarete in grado di confezionare ravioli di gran lunga più bellini dei miei. Ma proseguiamo con la ricetta:

Ingredienti:

Per la pasta:

  • 500 g di farina (semolato rimacinato)
  • 1 uovo
  • Acqua tiepida (e leggermente salata) quanto basta
  • Nero di seppia (circa un cucchiaino)

Per il ripieno:

  • 200 g di nasello
  • Una mezza patata lessa
  • Un ciuffo di dragoncello tritato
  • Sale

Lessare la patata e il nasello pulito e sfilettato.

Nel frattempo preparare la sfoglia, disporre la farina a fontana, rompervi al centro l’uovo ed aggiungere acqua tiepida e salata quanto basta per avere un impasto bello liscio e lavorabile.

Impastare a lungo, prelevare un pezzetto di pasta delle dimensioni di una pallina da pingpong e colorarlo col nero di seppia (ecco a differenza mia voi magari qui usate i guanti se non volete sembrare il cancaminin cancaminin spazzacamin di Mary Poppins).

Qui viene il bello. Prendere la pasta chiara e appiattirla con il mattarello in un ovale/rettangolo di circa 2 cm di spessore.

Prendere quindi la pasta nera e stenderla col mattarello fino ad eguagliare il diametro di quella chiara. Sovrapporre le due sfoglie ed arrotolare ben stretto il tutto.

Lasciar riposare il rotolo per qualche minuto, nel frattempo ridurre in purea la patata, disfare con le mani il pesce, tritare finemente il ciuffo di dragoncello, salare e mescolare bene il tutto.

Affettare il rotolo di pasta in fettine di circa 3 o 4 cm. Verranno fuori delle sorta di girelle. Quindi a mano o con la sfogliatrice stendere ogni pezzetto in una lunga sfoglia sottile e confezionare i ravioli nel modo preferito (tagliando dei quadretti a mano con la rotella tagliapasta, con la ravioliera o con l’attrezzino per fare i dumplings).

32 comments:

Alex e Mari said...

Sono dei capolavori! Bellissimi, uno diverso dall'altro. Quest'anno il dragoncello lo voglio piantare. Come li hai conditi poi alla fine? Buona giornata, Alex

mike said...

sono delle meraviglie, perfetti, io solitamente quando faccio queste cose dopo un pò m'annoio e faccio andare a quel paese la perfezione ( va bhè che l'ultima volta ho fatto 1kilo di ravioli!!!!)bacio

elisabetta said...

Marmorizzati è proprio la parola giusta, sembrano davvero scolpiti nell'alabastro!
Il dragoncello mi sta spuntando nei vasi in balcone, è la prima piantina aromatica stagionale a rinascere, quando ancora l'inverno non è finito, mi mette molta allegria vedere i primi puntolini verdi fare capolino in mezzo ai vecchi rametti secchi.

Monique said...

sono una vera meraviglia danda!!sembrano pennellati col nero!!brava brava

Cookie said...

Ciao Dandy, che belli!! Sembrano dipinti. Buona giornata.

Danda said...

@ Alex: il dragoncello mi piace molto, specie col pesce, ha un aroma delicatissimo. Alla fine (perché ero stanca e morta di fame!) li ho conditi con semplice olio extra vergine di oliva e bottarga. Pensavo però che non è semplice trovare una salsa che non copra il disegno dei ravioli. Qualche idea?

@ Mike: ommioddio un kg di ravioli non potrei mai! Se penso a mia nonna che impastava a mano praticamente tutti i giorni senza battere ciglio.

@ Elisabetta: mi manca non avere un giardino. Ripiego con un paio di vasetti con erbe aromatiche sul davanzale della cucina ma non è la stessa cosa :-/

@ Monique e Cookie: grazie, buona giornata anche a voi!

La Gallina in cucina said...

Molto belli....mi fai venir voglia di farli!
Io li ho preparati dolci ma non ho avuto ancora il coraggio di pubblicarli.

Il gatto goloso said...

Che spettacolooo!
Appena ho visto la foto mi sono chiesta se ti eri messa a fotografare conchiglie.... e invece sono dei ravioli! :-)
Sembrano gustosissimi oltre che fantastici da vedere! Complimenti...

@nn@ said...

Danda ...spettacolo! non vado matta per i ravioli di pesce ma l'idea della pasta marmorizzata te la copio di sicuro! ...ovviamente dovrò scartare il nero di seppia, ma potrei farli con striature verdi o rosse ...wow! ...verdi, bianche e rosse ...il titolo viene da se: RAVIOLI PATRIOTTICI;)))

Francesca said...

che lavoro dev'essere stato fare questi ravioli, con ben sfolgie sovrapposte. L'effetto è notevole.

Francesca

cuoca compulsiva said...

meravigliosi. complimenti. Fare la pasta poi è uno dei gesti più antichi, belli e permettetemi di dirlo: femminili... che io possa immaginare!

Sere said...

Sono un capolavoro... davvero! Chissà che bontà!
Buona giornata...

Giovanna said...

sono bellissimi, questa te la rubo!

elisa said...

ma che belli!!L'effetto marmorizzatro è davvero chic!!Complimenti!

Anonymous said...

Ciao bellissima idea, vorrei copiartela...suggerisci i tempi di cottura e anche con cosa hai condito questi splendidi ravioloni.
Grazie
PAOLA

comidademama said...

dei capolavori in miniatura! che sfumature, bravissima!!!!!

Tatiana said...

Bellissimi danda sono spettacolari alla vista e presumo che lo siao altrettanto per le papille ehehehe

Aiuolik said...

Ma sono bellissimi!!! Il titolone se lo meritano tutto! Da provare sicuramente!

Lo zucchino d'oro said...

Spettacolari!
Sei bravissima. :-D

GnuS

marcella candido cianchetti said...

dovrebbero essere eccezionali già a vederli sono un capolavoro buona domenica

lenny said...

Il titolo non è niente affatto esagerato, perchè carissima hai reealizzato un capolavoro.
Colgo l'occasione per invitarti al meme "Un piatto di potere"
Vieni a curiosare
Ciao

Ady said...

Sono davvero belli complimentissimi,anche il modo in cui li hai conditi mi sembra azzeccato!

Chiara said...

Bhè il titolone te lo meriti tutto...sono bellissimi! Complimenti!

salsadisapa said...

sono strepitosi! che spettacolooooo

silvietta said...

c' un MEME per te da me..passa se ti va ;)
kiss

cipolla said...

Ma sono fantastici, io non vedo nessun difetto! Molto originali con quelle striature!!!

adina said...

ehi, ma ti son venuti troppo belli!! questi ravioli sono scenografici!! :-) ciao

comidademama said...

tutto ok?

Danda said...

Grazie ancora a tutti!

@ @nn@: ho visto i tuoi meravigliosi ravioli psichedelici, Wilma Goich sarebbe fiera di te ;-)

@ Paola: per la cottura non ricordo con precisione (sono andata ad assaggio) ma mi pare di averli lasciati un 8 minuti. Li ho conditi on semplice bottarga di muggine e olio extravergine di oliva ma penso che qualsiasi altro condimento che non copra troppo il disegno dei ravioli o la delicatezza del dragoncello possa andar bene.

@ Lenny: bellissima l’idea del tuo meme, ci devo pensare mumble mumble…

@ Silvietta: grazie dell’invito

@ Comida: ora si, grazie cara [benedetto sia l’Imodium ;-)]

Vallì said...

meravigliaaaaa!! brava Dandina..sembrano...bottoni madreperlati...bella mossa!

Danda said...

ciao Valli! Grazie per la visita :-)

Mammazan said...

Dire che questi ravioli mi intrigano molto è ancora riduttivo!!
Complimenti per ricette e foto.
La foto del semifreddo con ghirigoro di caramello poi.......
Ciao Grazia